Francesco Savino, Mario Marengo, Roberto Miniero's Nutrizione parenterale in pediatria PDF

By Francesco Savino, Mario Marengo, Roberto Miniero

La nutrizione artificiale in et� pediatrica ha contribuito a modificare in modo sostanziale l’outcome e lo stato nutrizionale in numerose condizioni patologiche acute e croniche causa di malnutrizione. Questo quantity, che si propone come guida pratica in keeping with l’utilizzo della nutrizione parenterale in pediatria in ambito ospedaliero, ha lo scopo di presentarne i principi e di descriverne gli aspetti pratici: vengono infatti trattati nei vari capitoli i fabbisogni energetici e nutrizionali, l. a. composizione delle miscele nutrizionali, le indicazioni alla nutrizione parenterale, il monitoraggio clinico dei pazienti e le potenziali complicanze della procedura. Il libro può quindi rappresentare un utile strumento di lavoro non solo in step with medici pediatri, ma anche in step with il personale infermieristico e in keeping with i farmacisti ospedalieri nella loro attivit� quotidiana.

Show description

Read Online or Download Nutrizione parenterale in pediatria PDF

Best digestive organs books

Urinary and Fecal Incontinence: An Interdisciplinary by Horst-Dieter Becker, Arnulf Stenzl, Diethelm Wallwiener, PDF

The booklet surveys the superiority, the pathophysiology, the prognosis, the present remedy, either conservative and operative, and the long term final result of remedy of urinary and fecal incontinence. it really is detailed at common and colorectal surgeons, urologists, gynecologists and gastroenterologists who deal with incontinent sufferers, and in addition provides normal practitioners and geriatric physicians an outline of the diagnostic tools and cures that may be provided to incontinent sufferers.

Download e-book for kindle: Curbside Consultation in Endoscopy: 49 Clinical Questions by Joseph Leung MD, Simon Lo MD

Are you trying to find concise, functional solutions to questions which are usually left unanswered by way of conventional references? Are you looking short, evidence-based suggestion for classy circumstances or problems? Curbside session in Endoscopy: forty nine medical Questions offers quickly and direct solutions to the thorny questions quite often posed in the course of a “curbside session” among colleagues.

Download PDF by Matthew H.G. Katz, Syed A. Ahmad: Multimodality Management of Borderline Resectable Pancreatic

This quantity offers the main finished assurance of scientific administration of borderline resectable pancreatic melanoma to be had. Authored by way of leaders within the box, the booklet specializes in present medical administration of this disorder degree, the significance of multimodality therapy algorithms, and an interdisciplinary method of care.

Download e-book for kindle: Challenges in inflammatory bowel disease by Derek Jewell, Neil Mortenson, A. Hillary Steinhart, John

Experiences centred subject matters - either medical and easy technological know-how - within the fast-moving sector of IBD, supplying emphasis at the present demanding situations confronted within the profitable administration of the ailment flip to demanding situations in Inflammatory Bowel affliction (IBD) in case you desire knowledgeable opinion at the new, strange or arguable parts of IBD and never simply the attempted and established details.

Extra resources for Nutrizione parenterale in pediatria

Example text

N Engl J Med 356:e21 O’Grady NP, Alexander M, Dellinger EP et al (2002) Guidelines for the prevention of intravascular catheter-related infections. Pediatrics 110:1-24 Composizione della soluzione 3 F. Savino, E. Castagno, R. Miniero Sebbene la nutrizione parenterale (NP) sia una metodica ormai ampiamente diffusa da molti anni, vi possono essere ancora notevoli differenze nella sua preparazione tra Paesi differenti (e talora anche tra Centri differenti nello steso paese). Per tali motivi, nel 2005 la European Society for Paediatric Gastroenterology, Hepatology and Nutrition (ESPGHAN) ha sviluppato e diffuso linee guida aggiornate sulla NP in età pediatrica [1].

Infine, è necessario ricordare che l’iperglicemia è un fattore di rischio per infezioni anche severe nei pazienti ricoverati in reparti di terapia intensiva. La produzione endogena di glucosio (si stima che la gluconeogenesi contribuisca fino al 31% della quota di glucosio nell’organismo) è massima nel periodo postnatale e decresce progressivamente fino ai valori dell’età adulta, passando da 8 mg/kg/min (=11,5 g/kg/die) nel neonato pretermine a 2 mg/kg/min (=3 g/kg/die) nell’adulto. Partendo da queste premesse e considerato il tasso di ossidazione glucidica (circa 8,3 mg/kg/min nel neonato pretermine), l’infusione di glucosio nel pretermine sottoposto a NP dovrebbe iniziare a 4-8 mg/kg/min e non dovrebbe superare i 13 mg/kg/min (=18 g/kg/die) nel neonato a termine e nel bambino fino a 2 anni d’età, in cui oltre tali livelli si osserva un significativo aumento della lipogenesi.

Cautela particolare va osservata per soggetti con malattie epatiche, affezioni polmonari, anemia e alterazioni della coagulazione, in particolare in caso di: • insufficienza respiratoria: sebbene non vi siano solide evidenze sull’influenza delle emulsioni lipidiche nei bambini con insufficienza respiratoria grave in fase acuta con o senza ipertensione polmonare, si consiglia di evitare la somministrazione di lipidi ad alti dosaggi. Recenti studi, infatti, ipotizzano che la compromissione della funzione respiratoria (in particolare della riduzione della diffusione dell’ossigeno attraverso la parete alveolare) sia imputabile alla conversione degli acidi grassi polinsaturi (PUFA) in prostaglandine in grado di modificare il tono vascolare generando ipossiemia [7]; • trombocitopenia: in corso di somministrazione prolungata di emulsioni lipidiche, sono state osservate sia trombocitopenia che emofagocitosi a livello midollare, pertanto, in pazienti con trombocitopenia grave e di natura incerta, si consiglia di monitorare la trigliceridemia e di ridurre l’infusione parenterale di lipidi, a causa dei possibili effetti sull’aggregazione piastrinica; gli stessi accorgimenti dovrebbero essere adottati in presenza di altre coagulopatie (ad esempio sepsi o coagulazione intravasale disseminata, CID); • colestasi: nei pazienti con colestasi severa secondaria a NP e in assenza di altre cause evidenti, la somministrazione endovenosa di lipidi potrebbe dover essere ridotta o sospesa.

Download PDF sample

Rated 4.07 of 5 – based on 32 votes